Brand identity

Tecniche di posizionamento del brand

Il brand positioning è quell’insieme di tecniche e strategie di marketing, che l’azienda pone in atto per posizionare il proprio brand, all’interno di un determinato insieme valoriale per i potenziali clienti.

Per costruire un brand, occorre in primis individuare la visione ed i valori a cui riferirsi e aggiornarne costantemente sia la personalità che il suo posizionamento nel mercato.

Dall’analisi di mercato si procede elaborando un processo di marketing strategico, con il target di posizionare il brand nella mente del consumatore. Costruire così le basi della comunicazione aziendale, che verrà applicata nei vari canali promozionali, così che il cliente riesca a percepire le diverse sfumature del brand.

Raggiungere il riconoscimento come valido ed affidabile nella mente del cliente, è lo step primario per una corretta strategia di positioning. Sulla quale poi pianificare tutte le altre strategie di marketing di vendita del prodotto.

Certo riuscire a costruire un positive sentiment nel consumatore e nei potenziali clienti, per un brand non è lavoro facile. Se si analizzano le diverse case history di alcuni grandi brand, questo processo non è stato immediato, ma bensì è stato il risultato di un lavoro di comunicazione lento e costante. Pianificato con una visione di lungo termine.

Ascolta l’audio articolo “Tecniche di posizionamento del brand”

Quando il brand riesce a fare breccia nell’immaginario e nelle istanze di valori di un determinato bacino di clienti, la percezzione del brand diventa onnicomprensiva, astraendosi dal concetto del singolo prodotto. Diventa quindi un vero e proprio attore sociale, a cui il cliente si riferisce e si identifica.

Per mappare il sistema complesso di riferimento, in cui interagiscono marca, mercato, consumatore, sono disponibili un insieme di strumenti e di matrici che l’azienda può utilizzare.

Mappare l’ecosistema culturale nel quale l’azienda intende collocarsi, permette di pianificare un insieme di tecniche di posizionamento, che possano garantire una maggiore efficacia in termini tempo/costi.

L’utilizzo di strumenti di misurazione e di analisi, permette di avere a disposizione una reportistica. Su cui elaborare tutte le azioni di ottimizzazione e perfezionamento delle strategie comunicative successive. Un reassessment per un implementazione successiva degli elementi fino ad ora elaborati.